Divieto di attingimento ai fini idropotabili dell'acqua dei pozzi in Passignano sul Trasimeno all'interno della zona rossa

 

 

 

 

 

 

 

IL SINDACO

VISTO l’art. 54, comma 2, del Testo Unico degli Enti Locali  ( D.Lgs. 18 agosto 2000, n° 267);

VISTO l’art. 50, del Testo Unico degli Enti Locali  ( D.Lgs. 18 agosto 2000,      n° 267), che attribuisce al Sindaco particolari competenze nei casi di particolari calamità, emergenze sanitarie o igiene pubblica, a carattere esclusivamente locale;

VISTE le precedenti Ordinanze n° 12 del 05/04/2016 e n° 44 del 12/07/2016, con le quali si vietava l’attingimento dai pozzi siti nei seguenti terreni distinti al catasto Foglio 40 particelle 199 e 241;

CONSIDERATO che per precauzione si intende estendere il divieto di utilizzo idropotabile a tutti i pozzi esistenti e posti nell’immediata vicinanza dell’area ex SAI (meglio indicati, all’interno della zona rossa della planimetria allegata alla presente);

DI AVVISARE pertanto la popolazione di prestare la massima collaborazione e disponibilità al personale ARPA Umbria nell’effettuazione del prelievo dei campioni di acqua di proprietà;

TUTTO ciò premesso

ORDINA

IL DIVIETO IMMEDIATO, di utilizzo idropotabile dell'acqua dei pozzi siti all’interno della zona rossa indicata nell’allegata planimetria fino a nuova Ordinanza;

DI AUTORIZZARE per motivi di particolari emergenze sanitarie o igiene pubblica, il personale dell’ARPA Umbria di eseguire il prelievo di campioni di acqua da tutti i pozzi ricadenti nella zona di cui sopra;

DI INCARICARE il servizio di Polizia Municipale di far osservare la presente ordinanza e prestare la massima collaborazione al personale ARPA Umbria nell’effettuazione dei prelievi di cui sopra;
IL Responsabile del Procedimento è ing. Gianluca PIERINI in forza presso AREA TECNICA E DEI SERVIZI del Comune di Passignano s/T. ,al quale ci si potrà rivolgere per ogni esigenza ( tel. 075 8298044);
Ai sensi dell’art. 3, quarto comma, della legge 7 agosto 1990, n° 241, avverte che contro la presente ordinanza è ammesso ricorso, presso il Tribunale Amministrativo Regionale dell’Umbria nel termine di 60 giorni dalla notificazione ( sulla base della legge 6 dicembre 1971, n° 1034 );
Disporre la pubblicazione della presente sull’Albo pretorio e sul sito dell’Amministrazione;
Disporre la trasmissione della stessa alle seguenti Autorità:

ARPA Umbria
USL 1 Panicale
Polizia Municipale
Prefettura di Perugia

Sono fatti salvi eventuali diritti di terzi.

Comune di Passignano sul Trasimeno, lì 24/10/2016

IL VICESINDACO

f.to Eugenio RONDINI

 

 

Gallery

Documenti Allegati